logoatstudio2
Azienda Agricola Palazzo Tronconi

SCHEDA PROGETTO


LUOGO: Arce (FR)
COMMITTENTE: Az. Agr. Palazzo Tronconi – Marco Marrocco
DATI DIMENSIONALI: Superficie intervento 1250 mq; Volumetria complessiva 3800 mc
CRONOLOGIA: Progetto 2014  In corso di realizzazione
PROGETTO ARCHITETTONICO: AT STUDIO


DESCRIZIONE DEL PROGETTO

Il progetto per il palazzo Tronconi è finalizzato alla realizzazione di un nuovo stabilimento enologico ad Arce. Le richieste del committente erano quelle di realizzare un sistema complesso nel quale il mix di funzioni pubbliche e private rendessero l’edificio “aperto”.

La soluzione architettonica prevede una realizzazione in due fasi del complesso industriale e ricettivo. La prima fase ricomprende la realizzazione di tutta la parte di produzione e gestione; la seconda la realizzazione del complesso alberghiero e ricettivo.

Una grande pensilina identifica il complesso produttivo raccogliendo al di sotto una grande piazza costellata delle funzioni pubbliche della cantina. In particolare il progetto prevede un sistema di spazi aperti e percorsi che si innestano tra le varie funzioni dando continuità agli spazi ed integrazione tra le funzioni. Il primo grande sistema, dotato anche di una terrazza belvedere sul paesaggio si collegherà con il secondo elemento costruito della foresteria e delle camere per gli ospiti.

Al di sotto della grande pensilina, che rappresenta anche un land mark nel territorio, sono posizionati i volumi della sala degustazione, del punto vendita e degli uffici. Questi elementi funzionali diventano anche blocchi portanti della grande copertura ed a loro volta elementi galleggianti al di sopra di un grande basamento interrato ed abitato che contiene tutte le funzioni industriali e di trasformazione dello stabilimento stesso.

Il cuore produttivo del sistema si trova infatti al primo livello interrato che risulta collegato fisicamente con scale e sistemi di risalita meccanizzata alla quota superiore, nonché visivamente integrato attraverso corti che si aprono sugli spazi interrati definendo traguardi tra le diverse zone del complesso.

La luce proveniente da grandi lucernari previsti in copertura “buca” il sistema introducendosi anche negli spazi più interni dando continuità alla volumetria progettata. La grande copertura è pensata anche come un sistema tecnologico dotato di pannelli fotovoltaici per il risparmio energetico del complesso edilizio. Un “campo fotovoltaico” sospeso che consente di limitare il consumo di territorio utilizzando gli spazi progettati al fine di massimizzare il risparmio energetico ed il minimo impatto ambientale.
logoatstudio2