logoatstudio2
Ponte pedonale


SCHEDA PROGETTO

LUOGO: Civita di Bagnoregio (VT)
COMMITTENTE: Comune di Viterbo
DATI DIMENSIONALI: Lunghezza 600 metri
CRONOLOGIA: Progetto 2008
PROGETTO ARCHITETTONICO: AT STUDIO con Arch. Paolo di Giacomantonio


DESCRIZIONE DEL PROGETTO

Il progetto per il nuovo ponte di collegamento con il borgo di Civita di Bagnoregio nasce dall’esigenza di dare soluzione definitiva al collegamento tra la nuova cittadina ed il paese abbandonato per molti anni. La natura franosa dei terreni, il crollo della vecchia di strada di collegamento e l’emigrazione hanno relegato per molti anni il borgo in una situazione di abbandono.

Civita è oggi non più la “città che muore” ma un bene storico artistico patrimonio comune e protetto. Il concorso chiede soluzioni progettuali per la riqualificazione e sostituzione del ponte provvisorio realizzato con struttura in cemento armato nel 1965.

Il nostro progetto è concepito come un edificio- ponte. Un luogo di attraversamento e cultura; una nuova porta contemporanea per il borgo. Il ponte, ad andamento lineare parabolico è l’impalcato di estradosso e di copertura di un sistema lineare museale di accesso alla città. Un ponte abitato in grado di svolgere la doppia funzione di collegamento ciclo pedonale con l’abitato e di realizzare una nuova struttura culturale e turistica a servizio del borgo stesso.

A valle dell’infrastruttura un parcheggio di scambio si collega in esterno con l’impalcato superiore ed ha un accesso diretto alla zona museale contenuta all’interno del doppio sistema di muro a sostegno del ponte stesso. All’interno un museo della storia del borgo, una sala multimediale ed un percorso turistico permetteranno agli utenti ed ai visitatori di avere un’informazione esaustiva e completa della storia del borgo e della vita dei luoghi.

Il percorso sarà dotato di stanze tematiche che scavate all’interno del manufatto realizzeranno altrettante terrazze visuali sul paesaggio. Elemento antropico e naturale si uniscono in un'unica soluzione che anche grazie all’utilizzo di materiali integrati dal punto di vita materico e colorimentrico, tipo l’acciaio corten e il tufo, tipico della rocca e dei calanchi circostanti.
logoatstudio2