logoatstudio2
Biblioteca a Lorenteggio


SCHEDA PROGETTO

LUOGO: Milano
COMMITTENTE: Pubblico
DATI DIMENSIONALI: Superficie 3.200 mq 
CRONOLOGIA: Progetto 2017 
PROGETTO ARCHITETTONICO: AT STUDIO 

DESCRIZIONE DEL PROGETTO

Il progetto per la nuova biblioteca di Lorenteggio porta in attuazione un programma funzionale di riqualificazione urbana voluto dall’amministrazione per dotare di servizi e nuovi spazi un’area di grande centralità urbana nell’ambito della zona di prima cintura della città di Milano.Il progetto presentato mette” in figura e forma” gli obiettivi proposti di realizzare un edificio di forte identità e riconoscibilità architettonica ed al tempo stesso un sistema di spazi che possano connotarsi con come dispositivi per creare connessioni e sinergie con le funzioni circostanti.
L’obiettivo è quindi quello di trasformarlo in un luogo identitario e aggregativo per gli abitanti ed in una centralità anche per un territorio più ampio.
Il nuovo edificio si ispira alla Basilica di Sant’Ambrogio, simbolo morale e culturale della città. Di questa recupera le proporzioni e le forme planimetriche, riproponendo, aggiornandola, la tipologia ad aula centrale. Il sagrato esterno ed il grande portico pubblico sul fronte dell’edificio costruiscono il primo spazio urbano di filtro tra lo spazio pubblico e gli spazi pertinenziali dell’edificio. Questo da accesso alla biblioteca vera e propria ed al suo cortile e giardino privato posto sul retro dell’edificio.

La nuova biblioteca è strutturata come un sistema aperto ed integrato con il contesto. Il progetto prevede anche un attraversamento pubblico che consente non solo il collegamento funzionale con gli spazi interni ma anche la connessione ciclo pedonale tra via Lorenteggio ed il giardino adiacente la nuova biblioteca.. Il nuovo edificio sarà quindi in diretta connessione con la nuova fermata della metropolitana e con i servizi di quartiere adiacenti come il mercato e le strutture che verranno mantenute all’interno del giardino pubblico.
L’inserimento nel contesto è pensato non solo dal punto di vista funzionale ma anche volumetrico. Il progetto si pone come elemento orizzontale del paesaggio. Inserito nel giardino con una volumetria ad un solo livello  che guadagna la doppia altezza e la grande sala lettura a doppia altezza attraverso i ribassamento del primo solaio. Svettano dal tetto i grandi lucernai per l’illuminazione della sala interna.
L’ingresso principale con la lunga cordonata collega direttamente il sistema con via Odazio e consente un collegamento pedonale lungo la via stessa con il mercato e con l’ex biblioteca la cui volumetria sarà conservata, come indicato dal bando

logoatstudio2