logoatstudio2
Casa di accoglienza a Bush'at


SCHEDA PROGETTO

LUOGO: Bush'at (Albania)
COMMITTENTE: Confraternita dei padri missionari della carità
DATI DIMENSIONALI: Superficie 1260 mq 
CRONOLOGIA: Progetto 2003 
PROGETTO ARCHITETTONICO: AT STUDIO 


DESCRIZIONE DEL PROGETTO

l sito sul quale sorge il nuovo centro di accoglienza e studi ha un’area di 1.260 mq e si trova lungo la strada di principale collegamento tra le città di Skoder e Tirana. Il rudere esistente sull’area sarà completamente demolito per permettere la realizzazione della nuova costruzione. Dopo aver trasportato in discarica i materiali si potrà effettuare il rilivellamento del terreno e la sistemazione delle nuove quote di progetto.

Queste, accompagnando il terreno, determinano una zona di ingresso a raso alla quota +0.00 dalla strada esterna, ed una zona più bassa del giardino della parte retrostante l'edificio posta a quota -1.08 riconnesse tra di loro da un sistema di terrazzamenti del terreno nella corte centrale.

Lo spiccato delle fondazioni di tipo a trave rovesciaè posto tutto al di sopra del livello di falda. Solo la parte relativa ai locali tecnici ed ai serbatoi è posta interrata al di sotto della quota del giardino a -1.08.

La configurazione della sezione prevalente pianeggiante permette di avere, quindi, delle condizioni di grande facilità rispetto al cantiere, all’approvvigionamento e all’accessibilità.

Le condizioni ambientali garantiscono un clima mite e temperato. I livelli di pioggia non eccessivi e l’assoluta scarsità delle condizioni di neve hanno permesso di realizzare un edificio dalle caratteristiche mediterranee e solari dal punto di vista tipologico e dei materiali.

Considerando l’esposizione solare l’edificio è stato pensato come un sistema aperto e permeabile verso Sud, la grande corte centrale aperta trova possibilità di irraggiamento solare sul lato Sud grazie alla ridotta altezza dei corpi di fabbrica ed alla forma dell’edificio che si apre a raccogliere il sole. Oltre agli spazi aperti  e scoperti del giardino e del patio l'edificio è dotato di porticati e di un'ampia pensilina (1.8m di larghezza) per riparare dall’irraggiamento nelle ore più calde consentirà un uso dello spazio molto vario ed integrato. Le parti chiuse del corpo di fabbrica dialogheranno con l’eterno attraverso zone di filtro aperte ma coperte; la presenza di parti esterne pavimentate e di grandi spazi riservati ad orti e giardini garantirà un uso diversificato dei luoghi del complesso architettonico. Grazie al clima favorevole è stata privilegiata la presenza del verde e di spazi aperti e comuni di aggregazione che garantiranno il funzionamento di una comunità integrata.
logoatstudio2